Antitrust multa Poste Italiane per la mancata consegna delle raccomandate

Condividi

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha multato Poste Italiane con una sanzione di ben 5 milioni di euro, il massimo consentito dalla legge, per aver adottato una pratica commerciale scorretta in violazione del Codice del Consumo.

La sanzione è dovuta “per aver adottato una pratica commerciale scorretta in violazione del Codice del consumo, consistente nella promozione, risultata ingannevole, di caratteristiche del servizio di recapito delle raccomandate e del servizio di Ritiro digitale delle raccomandate”, scrive il Garante della concorrenza e del mercato.

In pratica, Poste Italiane, ha utilizzato per comodità il deposito dell’avviso di giacenza della raccomandata nella cassetta postale anche quando sarebbe stato possibile consegnarla nelle mani del destinatario.

Una pratica scorretta e grave, che in moltissimi utenti arrabbiati hanno a più riprese denunciato, come scritto in passato. Tanti i reclami dei consumatori che hanno segnalato la mancata consegna delle raccomandate, anche quando erano a casa, soprattutto durante il lockdown. Prassi diventata ancora più evidente verso i portatori di handicap costretti al proprio domicilio.

il Garante riporta che Poste Italiane aveva “piena consapevolezza in ordine alla gravità ed entità del fenomeno, che – come dimostrano i reclami – è continuato anche durante il lockdown“.

Oltre alla mancata consegna delle raccomandate, il Garante ha anche contestato a Poste Italiane il Ritiro digitale, pubblicizzato come “il servizio di Poste italiane per ritirare online le raccomandate”. Pubblicità ingannevole, spiega l’Antitrust: la procedura infatti “consente all’utente destinatario sottoscrittore del servizio considerato di ritirare online le raccomandate a condizione che il mittente abbia attivato la relativa funzionalità. Inoltre, come emerge dalla documentazione contrattuale, il servizio non è disponibile per invii non originati elettronicamente.


Siamo gli editori di noi stessi
Non percepiamo contributi statali di alcun genere; tutto dipende dalle nostre forze e dal vostro sostegno per cui, se volete, potete sempre dare un contributo per sostenere ValdoTv e il suo staff.

Paypal – http://paypal.me/ValdoTv

Puoi seguirci anche su:
Telegram – https://t.me/valdotv
Twitter – https://www.twitter.com/valdotv
Facebook – https://www.facebook.com/valdotv
Youtube – https://www.youtube.com/valdotv
Instagram – https://www.instagram.com/valdo_tv
Tumblr – http://valdotv.tumblr.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *