fbpx

Al Museo Media Piave il 21 gennaio s’inaugura la mostra “Zattieri – Storia degli zattieri del fiume Piave”

Condividi

Nell’intento di ricordare e trasmettere alle nuove generazioni la storia Veneta, l’Amministrazione Comunale di Sernaglia della Battaglia, ha deciso di organizzare una mostra che illustrerà l’antico mestiere degli Zattieri del Piave; storica attività che permetteva il trasporto, tramite zattere, del legname ed altri merci dal Bellunese a Venezia sfruttando la via dell’acqua. Nella prima metà di dicembre 2022 gli Zattieri sono stati riconosciuti Patrimonio immateriale della cultura Unesco.

I “Zattieri – Storia degli zattieri del fiume Piave”, sarà un racconto fotografico ed espositivo che spiega la complessità dello svolgimento di questo faticoso e pericoloso lavoro, il ruolo e le funzioni degli Zattieri, dei Menadàs, degli Anghieri, dal taglio del legname, al lavoro delle segherie, alla lavorazione delle “sache” di nocciolo per legare i vari tronchi, alla realizzazione e utilizzo delle Risine, del Cidolo e della Stua.

La mostra sarà inaugurata sabato 21 gennaio alle ore 16:00 al CEA MEP di piazza del Popolo, 1 a Fontigo e sarà visitabile liberamente nei fine settimana e su prenotazione durante la settimana.

Per facilitare l’apprendimento dei ragazzi, il percorso di visita sarà guidato da un audio composto da voce narrante e Nonno che spiega, al nipote, la sequenza delle varie operazioni, perché venivano così eseguite, la funzione delle dighe di sbarramento, degli scivoli e quanto ad essi collegato. Saranno attivi, inoltre, dei laboratori pensati per le scuole dove i ragazzi potranno svolgere attività legate all’evento.

In località Passo Barca a Falzè di Piave, frazione del Comune di Sernaglia, si trovava un porto di cambio dove gli Zattieri che partivano da Belluno consegnavano le Zattere agli Zattieri di Ponte di Piave e rientravano a casa a piedi lungo la strada di Praderadego o Sanboldo. Sarà possibile raggiungere questo sito partendo dal CEA-MEP a Fontigo, seguendo un sentiero di collegamento da percorrere in bici, a piedi oppure in auto (strada asfaltata), che porta al Passo Barca di Falzè, dove sono posizionate una “coppola”, parte di zattera a dimensioni reali, e una macina in pietra (merce da queste trasportata) ritrovata nel letto del Piave e recuperata come reperto storico.

La mostra è stata ideata dal Comitato di gestione del CEA-MEP e verrà allestita con la collaborazione dell’associazione Zattieri del Piave del Comune di Codissago e Zattieri del Brenta del Comune di Valbrenta.

®Riproduzione riservata


Siamo gli editori di noi stessi
Non percepiamo contributi statali di alcun genere; tutto dipende dalle nostre forze e dal vostro sostegno per cui, se volete, potete sempre dare un contributo per sostenere ValdoTv e il suo staff.

Contributi – https://buy.stripe.com/aEUeWm0kx4vBcyk144

Puoi seguirci anche su:
Telegram – https://t.me/valdotv
Twitter – https://www.twitter.com/valdotv
Facebook – https://www.facebook.com/valdotv
Youtube – https://www.youtube.com/valdotv
Instagram – https://www.instagram.com/valdo_tv
TikTok – https://www.tiktok.com/@valdo_tv

Sergio Capretta

Presidente e direttore responsabile di Valdo Tv, Organizzazione Giornalistica Europea Giornalista indipendente. European Journalist GNS Association - International News Agency Esperto nel settore dei media online e videomaking. Esperto in editing non lineare, social media, video, Web e programmazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »