fbpx

Beauty Storytellers. Parte in 10 scuole del montebellunese un progetto di educazione cinematografica

Condividi

il Ministero della Cultura e il Ministero dell’Istruzione e del Merito hanno approvato un progetto di educazione al cinema e di formazione del pubblico presentato dall’Associazione CombinAzioni la scorsa primavera, in risposta al bando nazionale “Il cinema e l’audiovisivo a scuola – Progetti di rilevanza territoriale”, assegnando all’organizzazione montebellunese un contributo di 89.999,88 euro.

Il progetto dal titolo “Beauty Storytellers. Se si insegnasse la bellezza”, è un’iniziativa rivolta a oltre 1.600 studenti e docenti di 10 istituti scolastici locali, dalle scuole primarie alle scuole secondarie di primo e secondo grado, ed è tra i 150 progetti finanziati dal Piano Nazionale “Cinema e Immagini per la Scuola” (https://cinemaperlascuola.istruzione.it/), promosso dai due ministeri con lo scopo di introdurre il linguaggio cinematografico e audiovisivo nelle scuole di ogni ordine e grado, come strumento educativo in grado di facilitare l’apprendimento ed essere utilizzato trasversalmente nei percorsi curriculari.

Il progetto – che prende spunto dal tema dell’edizione 2022 di CombinAzioni festival ed è stato ideato in strettissima collaborazione con il Cineforum V. Gagliardi e con il Cinema Italia Eden approfondirà il legame tra bellezza e cittadinanza attiva e il modo in cui l’esperienza della bellezza possa contribuire a formare cittadini migliori attraverso la valorizzazione del patrimonio naturale, storico e artistico del territorio. Gli studenti, piccoli e grandi, verranno accompagnati in un percorso teorico e pratico di educazione civica e di formazione all’audiovisivo che dalla scoperta della bellezza locale porterà alla capacità di saperla raccontare, trasmettere, costruire: diventeranno così i nuovi “beauty storytellers”, con l’approfondimento e l’acquisizione di competenze pratiche multimediali e cinematografiche. In aggiunta, i giovani destinatari potranno sperimentare l’utilizzo del linguaggio narrativo, poetico e documentaristico, che stimola capacità di osservazione, comunicazione, relazione con le persone, con la comunità e il paesaggio.

I numeri rendono bene la dimensione del progetto: la presenza di oltre 1.600 studenti e docenti coinvolti, 81 classi e 23 plessi testimonia l’adesione entusiastica di un’intera comunità scolastica, che ha deciso di riconoscere nell’educazione cinematografica un aspetto importante del proprio percorso formativo.

Sono coinvolte infatti tutte le scuole statali primarie e secondarie presenti nei Comuni in cui è attiva CombinAzioni (Montebelluna, Trevignano, Volpago del Montello e Crocetta del Montello): Liceo Statale “Angela Veronese”; IS “Einaudi-Scarpa”; IS “Levi”; IS “Sartor”; IPSSEOA “Maffioli”; Istituto Comprensivo Montebelluna 1 “Montalcini”; Istituto Comprensivo Montebelluna 2; Istituto Comprensivo Trevignano “Falcone-Borsellino”; Istituto Comprensivo Volpago del Montello; Istituto Comprensivo Pederobba.

Le azioni di progetto, studiate in condivisione con i docenti e i dirigenti scolastici degli istituti scolastici, si differenziano sia nei contenuti didattici sia nelle modalità educative a seconda degli ordini scolastici e vedono tutte un momento iniziale di formazione per insegnanti.

A una platea molto ampia di studenti di scuola secondaria di secondo grado si rivolgeranno due proiezioni di film al cinema e due lezioni in aula con l’obiettivo di formare un pubblico consapevole alla fruizione cinematografica; una selezione di studenti di scuole diverse, collaborando insieme, potrà poi sperimentare masterclass di alta formazione (sceneggiatura, regia, recitazione, fotografia e riprese, scenografia e costumi, montaggio, video reportage) e un laboratorio di produzione di un’opera audiovisiva, che vista la qualità formativa e la rilevanza professionalizzante verrà configurato come un percorso PCTO (ex-alternanza scuola-lavoro).

Nelle scuole primarie verrà svolta una fase iniziale di educazione alla visione di un audiovisivo con due proiezioni di cortometraggi di animazione, mentre poi una selezione di classi parteciperà alle attività laboratoriali di tecniche di animazione con illustrazioni. Infine le scuole secondarie di primo grado vedranno un percorso integrato tra due proiezioni di film di genere musicale, lezioni sul legame tra musica e cinema e laboratori di produzione di colonne sonore.

Il percorso avrà infine come esito la produzione di un audiovisivo, realizzato da studenti e professionisti che faranno emergere e narreranno storie di bellezza che a livello locale sono riuscite a creare partecipazione civica e senso di comunità. Vale la pena sottolineare anche un particolare valore educativo di questa attività, che consente di creare – caso unico nella zona – una progettualità comune in cui studenti di scuole primarie e secondarie possono interagire tra loro contribuendo in maniera coerente all’ideazione e realizzazione di un prodotto cinematografico, della sigla e della colonna sonora. L’opera verrà poi diffusa attraverso proiezioni per le scuole coinvolte e presentata al pubblico in occasione dell’edizione 2023 di CombinAzioni festival.

Il progetto è stato elaborato anche con l’intenzione di valorizzare specifici indirizzi di studio presenti in zona, in modo tale che le attività proposte abbiano ricadute dirette nei curriculum scolastici degli studenti. Tra questi, l’indirizzo musicale delle scuole medie per laboratori di sound design e colonna sonora; l’indirizzo moda degli istituti professionali e il liceo artistico per masterclass di costumi e scenografia; l’indirizzo grafica e comunicazione dei tecnici per masterclass di videomaking e post-produzione.

Responsabile scientifico del progetto è il regista Marco Zuin, filmmaker e autore di cortometraggi e documentari sociali per ONG, fondazioni e ONLUS. Grazie al suo coordinamento, sono stati coinvolti formatori e professionisti del mondo del cinema di notevole spessore a livello nazionale, tra cui gli attori Marco Cortesi e Mara Moschini (autori della serie TV “Green Storytellers”), la sceneggiatrice Marianna Cappi, la giornalista Elena Grassi e il videomaker Giuseppe Ferrari, questi ultimi tre accreditati dal Ministero dell’Istruzione come operatori di educazione visiva.

“Siamo convinti – dichiara Marco Zuin – che approfondire il linguaggio cinematografico e audiovisivo nelle scuole sia importante per permettere a studenti e studentesse di sviluppare una maggior consapevolezza del rapporto che hanno con l’universo mediatico e del ruolo dei media nella società. Le immagini hanno il potere di influenzare la visione che abbiamo di noi stessi in relazione con i luoghi e con l’altro. Questo è il potere dell’immaginazione. I film che proporremo (da vedere al cinema), le lezioni in classe e poi le masterclass e l’esperienza di girare insieme un breve film diventeranno occasioni uniche per imparare ad allenare lo sguardo dei più giovani a vedere e a osservare la bellezza del loro territorio, spesso nascosta, delle relazioni e della vita comunitaria”.

L’iniziativa, coerentemente con lo spirito che anima da sempre CombinAzioni, è resa possibile grazie a un’ampia rete di diciotto partner e a una forte condivisione con gli enti pubblici e privati più rappresentativi del territorio da un punto di vista culturale e cinematografico.

Tra quelli coinvolti in misura maggiore, si citano il Cineforum V. Gagliardi, che vanta un’attività pluridecennale di promozione cinematografica e iniziative di educazione cinematografica rivolte alle scuole, il Cinema Italia Eden, che ospiterà diverse attività, e la Fondazione Francesco Fabbri di Pieve di Soligo, che promuove alcuni tra i progetti di promozione cinematografica più significativi a livello nazionale ed europeo, tra cui Lago Film Fest, festival internazionale di cinema indipendente che si svolge a Revine Lago dal 2005, che vanta una sezione del concorso dedicata a bambini e teenager e patrocinata da UNICEF. Il team di Piattaforma Lago curerà in maniera particolare le attività di cineforum e laboratori rivolte alle scuole primarie. Collaborano a “Beauty Storytellers” anche i Comuni di Montebelluna, Trevignano, Volpago del Montello e Crocetta del Montello, con i quali è già esistente una rete culturale per l’organizzazione di CombinAzioni festival, l’associazione culturale Bordeaux e la sezione trevigiana della Sezione Filosofica Italiana, che ha al proprio attivo già numerose collaborazioni con il Cinema Italia Eden.

La presenza di tali sinergie rendono evidente che il progetto “Beauty Storytellers” ha un significato non solo per le singole scuole, comunque numerose, e per i relativi studenti e docenti, ma per un’intera comunità locale che dimostra di riconoscersi in un progetto educativo ambizioso e innovativo. Si tratta quindi di un processo di vera e propria “comunità educante”, che CombinAzioni si augura possa proseguire anche negli anni scolastici successivi.

®Riproduzione riservata


Siamo gli editori di noi stessi
Non percepiamo contributi statali di alcun genere; tutto dipende dalle nostre forze e dal vostro sostegno per cui, se volete, potete sempre dare un contributo per sostenere ValdoTv e il suo staff.

Contributi – https://buy.stripe.com/aEUeWm0kx4vBcyk144

Puoi seguirci anche su:
Telegram – https://t.me/valdotv
Twitter – https://www.twitter.com/valdotv
Facebook – https://www.facebook.com/valdotv
Youtube – https://www.youtube.com/valdotv
Instagram – https://www.instagram.com/valdo_tv
Tumblr – http://valdotv.tumblr.com/
TikTok – https://www.tiktok.com/@valdo_tv

Sergio Capretta

Presidente e direttore responsabile di Valdo Tv, Organizzazione Giornalistica Europea Giornalista indipendente. European Journalist GNS Association - International News Agency Esperto nel settore dei media online e videomaking. Esperto in editing non lineare, social media, video, Web e programmazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »