fbpx

20 novembre giornata mondiale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

Condividi

Sabato 20 novembre si celebra la giornata mondiale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, un’occasione in cui ribadire la necessità di un impegno universale per la tutela dei diritti sacri e inviolabili di ragazzi e bambini.

Sono passati oltre 30 anni dall’adozione di quella convenzione; era infatti il 20 novembre 1989 quando fu approvata la Convenzione sui diritti dell’infanzia dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite che riconosce per la prima volta bambini, bambine e adolescenti come titolari di diritti civili, sociali, politici, culturali ed economici.

Una vera e propria rivoluzione culturale: il bambino non è più visto come soggetto passivo, mero ricettore di cura e protezione, ma viene considerato titolare di diritti e reale protagonista della sua vita.

La Convenzione conta a oggi l’adesione di 196 Paesi, risultando così il trattato internazionale più ratificato al mondo. L’Italia vi ha aderito con la Legge n. 176 del 27 maggio 1991.

L’evento cade in uno dei momenti più difficili nella storia della nostra società, quello della pandemia da Covid 19. Le conseguenze delle limitazioni imposte per la tutela della salute pubblica hanno compresso, e talvolta azzerato, una serie di diritti che sembravano definitivamente acquisiti, come quelli all’istruzione, alla socialità, all’ascolto, alla partecipazione, allo sport ed al tempo libero.

La campagna di comunicazione promossa dall’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza si inserisce in questo contesto ed è finalizzata a sensibilizzare l’opinione pubblica verso una maggiore conoscenza della Convenzione ed una conseguente assunzione di responsabilità volta alla piena attuazione dei principi fissati dal trattato. Lo spot era già stato diffuso a maggio 2021, in occasione del trentennale della ratifica della convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

ll concept “Liberi di crescere” pone l’attenzione sui diritti dei bambini e degli adolescenti, sull’importanza di conoscerne il valore e sulla piena libertà di esercitarli, soprattutto dopo un momento in cui la libertà è stata molto limitata a causa della pandemia. Il claim: “Crescere insieme significa crescere liberi” evidenzia il ruolo chiave degli adulti che accompagnano nella crescita le nuove generazioni. Crescere liberi significa quindi crescere insieme, esercitando i propri diritti anche attraverso la guida di un adulto.

®Riproduzione riservata


Vuoi essere un membro attivo di ValdoTv? Visita la nostra pagina per abbonati:

Become a Patron!

Agli abbonati riserviamo contenuti esclusivi e servizi personalizzati a seconda del tipo di abbonamento


Siamo gli editori di noi stessi
Non percepiamo contributi statali di alcun genere; tutto dipende dalle nostre forze e dal vostro sostegno per cui, se volete, potete sempre dare un contributo per sostenere ValdoTv e il suo staff.

Paypal – http://paypal.me/ValdoTv

Puoi seguirci anche su:
Telegram – https://t.me/valdotv
Twitter – https://www.twitter.com/valdotv
Facebook – https://www.facebook.com/valdotv
Youtube – https://www.youtube.com/valdotv
Instagram – https://www.instagram.com/valdo_tv
Tumblr – http://valdotv.tumblr.com/
TikTok – https://www.tiktok.com/@valdo_tv
Pinterest – https://www.pinterest.it/Valdo_Tv
Twitch – https://www.twitch.tv/valdo_tv

Sergio Capretta

Presidente e direttore responsabile di Valdo Tv, Organizzazione Giornalistica Europea Giornalista indipendente. European Journalist GNS Association - International News Agency Esperto nel settore dei media online e videomaking. Esperto in editing non lineare, social media, video, Web e programmazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »