A Crocetta del Montello una mostra dedicata all’Eco del Tempo

Condividi

La cultura sudamericana sacra antica incontra il presente occidentale.

Si chiama “Eco del tempo” la mostra che dal 15 luglio è stata aperta a Crocetta del Montello, nella sede del Museo civico di storia naturale. Tra le stanze affrescate della storica Villa Ancillotto, i visitatori possono osservare un’esposizione di quadri e una scelta di idoli preistorici della regione andina e amazzonica. La mostra è curata da Antonio Paolillo, direttore del museo di Crocetta, ex docente all’Università Ca’ Foscari di Venezia, affascinato dalla cultura sudamericana. 

La mostra nasce da una ricerca sui luoghi del sacro delle culture ancestrali. La relazione con la madre Terra e le forze che la governano sono il filo conduttore che unisce il mondo del passato con l’attualità contingente, spesso disattenta agli equilibri relazionali che la sostengono. Le forme arcaiche e gli idoli delle antiche culture andine e amazzoniche accompagnano il percorso in un viaggio metafisico dove l’irreale si coniuga con il reale. Oggetti e luoghi nella spazialità del tempo trovano un momento di incontro nella relazione con la storia proiettandosi al divenire dell’esistenza. 

La mostra è visitabile fino al 20 agosto presso Villa Ancillotto, nel piano superiore alla biblioteca comunale.

Per ulteriori informazioni e dettagli, è possibile contattare il personale del Museo Civico o della Biblioteca Comunale, anche alle rispettive pagine Facebook. 

Siamo gli editori di noi stessi
Non percepiamo contributi statali di alcun genere; tutto dipende dalle nostre forze e dal vostro sostegno per cui, se volete, potete sempre dare un contributo per sostenere ValdoTv e il suo staff.

Paypal – http://paypal.me/ValdoTv

Puoi seguirci anche su:
Telegram – https://t.me/valdotv
Twitter – https://www.twitter.com/valdotv
Facebook – https://www.facebook.com/valdotv
Youtube – https://www.youtube.com/valdotv
Instagram – https://www.instagram.com/valdo_tv
Tumblr – http://valdotv.tumblr.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *