fbpx

A Tovena chiesa e museo aperti le domeniche 23 e 30 ottobre

Condividi
Beato Toniolo

Si rinnova in Vallata la presenza dell’Istituto Diocesano Beato Toniolo. Le vie dei Santi in collaborazione con le associazioni Pro Loco, le amministrazioni comunali e le parrocchie del territorio.

Nel pomeriggio delle prossime domeniche 23 e 30 ottobre, dalle 15.00 alle 18.00, operatori culturali volontari ed esperti d’arte dell’Istituto Beato Toniolo, in particolare il docente Giuliano Ros, con il coordinamento affidato alla segretaria dell’Istituto, Tiziana Zanon, rinnoveranno la propria disponibilità per l’apertura e l’accoglienza dei visitatori nelle chiesa e nel museo parrocchiale di Tovena in occasione della Secolare Fiera Franca dei Santi Simone e Giuda, in sinergia con la Pro Loco del paese presieduta da Lino Gazzarin, la parrocchia retta dall’arciprete don Luca Maria Bronzini e l’amministrazione comunale cisonese guidata dal sindaco Cristina Da Soller.

Anche in quest’autunno 2022 il Beato Toniolo ha accolto molto volentieri l’invito della Pro Loco di Tovena. “La festa de San Simon è più di una tradizione – afferma il presidente Gazzarin – Per noi tovenesi, oltre ad essere un momento conviviale e di divertimento, rappresenta la nostra storia, le nostre origini, un appuntamento immancabile per trovarci assieme. Dopo due anni con edizioni limitate la ripartenza non è facile – osserva Gazzarin – ma la determinazione e l’impegno del consiglio di amministrazione nel riportare le vie a riempirsi di gente e di colori sono lo spirito con cui si è lavorato per la preparazione di questo evento 2022”.

L’iniziativa si colloca in un periodo particolarmente intenso di impegni per l’Istituto Diocesano, dopo l’ottimo esito della settima edizione del Premio Giuseppe Toniolo, in concomitanza con feste, rassegne e manifestazioni nelle quali la sensibilità, lo stile di accoglienza e l’amore all’arte sacra e alla cultura espressi dall’Istituto Diocesano – in questa fase con le visite guidate di Cristina Chiesura alla chiesa della Mattarella a Cappella Maggiore – sono molto apprezzati e riconosciuti dai visitatori.

“Siamo grati ai nostri operatori culturali ed esperti d’arte che si ritroveranno nelle prossime due domeniche pomeriggio a Tovena – affermano i responsabili del Beato Toniolo – e faranno conoscere il valore architettonico e le pregevoli opere conservate nella chiesa e nel museo parrocchiale, autentici gioielli del patrimonio degli edifici sacri nella diocesi di Vittorio Veneto. E siamo pure riconoscenti alle istituzioni, alle associazioni e alle persone che hanno concretamente sostenuto questo nostro impegno, ricordando come queste pregevoli testimonianze tovenesi di arte e di fede siano state inserite in uno dei capitoli della collana di successo dei video “Luoghi del sacro in terra Unesco, realizzati grazie al decisivo sostegno di Banca Prealpi SanBiagio” .

La chiesa parrocchiale di Tovena presenta elementi lignei nelle strutture interne di particolare pregio, e nel suo assetto certamente richiama le opere dei Conti Brandolini, mentre il museo parrocchiale è stato inaugurato alcuni anni fa grazie all’impegno del compianto parroco don Piergiorgio Camilotto, che ha realizzato un progetto ideato e promosso dallo storica guida pastorale della frazione cisonese, don Livio Spader. Lo spazio museale contiene opere d’arte e arredi sacri non più nell’uso liturgico, anche riferiti alla famosa santa del luogo, Sant’Ottilia.

Da ricordare che nelle stesse date e negli stessi orari sarà pure aperta al pubblico la mostra “La strada dei 100 giorni”, dedicata alla storia del Passo San Boldo, presso le ex scuole del paese in piazza della Vittoria.

Appuntamento dunque per tutti, a ingresso libero, nel pomeriggio di domenica 23 e domenica 30 ottobre a Tovena, che nel tempo della sua secolare festa popolare d’autunno ritrova storia, identità e tradizioni religiose e culturali grazie alla sensibilità convergente di istituzioni e associazioni locali impegnate per la valorizzazione delle testimonianze di vita, di fede, di arte e di storia della comunità.

®Riproduzione riservata


Siamo gli editori di noi stessi
Non percepiamo contributi statali di alcun genere; tutto dipende dalle nostre forze e dal vostro sostegno per cui, se volete, potete sempre dare un contributo per sostenere ValdoTv e il suo staff.

Contributi – https://buy.stripe.com/aEUeWm0kx4vBcyk144

Puoi seguirci anche su:
Telegram – https://t.me/valdotv
Twitter – https://www.twitter.com/valdotv
Facebook – https://www.facebook.com/valdotv
Youtube – https://www.youtube.com/valdotv
Instagram – https://www.instagram.com/valdo_tv
Tumblr – http://valdotv.tumblr.com/
TikTok – https://www.tiktok.com/@valdo_tv

Sergio Capretta

Presidente e direttore responsabile di Valdo Tv, Organizzazione Giornalistica Europea Giornalista indipendente. European Journalist GNS Association - International News Agency Esperto nel settore dei media online e videomaking. Esperto in editing non lineare, social media, video, Web e programmazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »