fbpx

7 agosto 2022: Cerimonia per i Caduti al Sacrario di Cima Grappa 

Condividi

La prima domenica di agostoCima Grappa, ogni anno, si commemora l’inaugurazione avvenuta nel 1901 del Sacello dedicato alla Madonnina del Grappa, i Caduti della Grande Guerra, del Rastrellamento nazi-fascita del settembre 1944 e i Caduti di tutte le guerre.

Quest’anno, la cerimonia a carattere civile, religioso e militare si svolgerà domenica 7 agosto 2022 presso il Sacrario Militare dalle ore 8.30, momento in cui verrà dato il benvenuto alle autorità ed ai gonfaloni. Mentre alle ore 9.00 avrà inizio la vera e propria cerimonia.

1901 – LA BENEDIZIONE DEL SACELLO

La cerimonia viene consacrata ufficialmente in occasione del pellegrinaggio a Cima Grappa del Patriarca di Venezia, Card. Giuseppe Sarto (futuro papa Pio X) il 4 agosto 1901, trovando regolare conferma ogni estate.

La salita verso il monte, percorsa sul dorso di una mula, è oggi il Sentiero del Patriarca, in memoria del suo passaggio.

Ph. Parrocchia Riese Pio X, paese natale di Pio X

Proprio nei primi giorni del Grande Conflitto, Pio X morì per una cardiopatia.

Si dice che qualche tempo prima, in riferimento agli eventi politici che stavano accadendo, pronunciò la frase: “Verrà il guerrone“, prevedendo la Grande Guerra.

1917-1918 – LA GRANDE GUERRA

Le tremende circostanze legate al massacro degli oltre 23.000 Soldati della Prima Guerra Mondiale contrassegnano indelebilmente il martirio del territorio, i cui Caduti trovano sepoltura nel Cimitero Italiano e Austro-Ungarico.

La Via Eroica, lunga 300 metri, si estende fra sette coppie di grandi cippi che portano i nomi delle località legate alle più importanti storiche battaglie del Grappa. Oltre il tempietto della Madonnina, si possono notare i 5 muraglioni circolari che costudiscono le salme dei caduti italiani, deposte in piccoli loculi. 

1944 – IL RASTRELLAMENTO DEL GRAPPA

Il Massiccio del Grappa è poi testimone del drammatico Rastrellamento nazifascista nel settembre 1944, con il sacrificio di moltissime giovani vite.

“RICORDARE È UN DOVERE CIVILE”

L’importante appuntamento del 7 agosto unisce il ricordo dei tanti rilevanti avvenimenti storici, civili e religiosi che hanno segnato il territorio della Pedemontana, della Regione Veneto e dell’intera Nazione, richiamando ogni anno sul Monte Grappa migliaia di persone, Autorità civili, militari e religiose, nonché rappresentanti di Associazioni provenienti da tutto il Veneto e dal Nord Italia.


L’appuntamento si ripropone come riflessione sui temi di Identità Nazionale, Pace, convivenza tra popoli, mantenimento di valori etici e storici che hanno fatto del Grappa il Monte Sacro alla Patria, legandolo indissolubilmente alla Storia italiana ed europea.

DIRETTA STREAMING DAL SACRARIO DI CIMA GRAPPA

Vi è la possibilità di seguire la cerimonia in diretta streaming dal Sacrario di Cima Grappa, con inizio alle ore 8:30, da qui.


Nella giornata della cerimonia in genere le strade di accesso a Cima Grappa vengono chiuse (SP 148 Cadorna presso il bivio per Feltre, SP 140 General Giardino presso Piana Pellizzari) ma è possibile accedere alla Cima attraverso un bus navetta, oltre che a piedi partendo dai vari punti lungo i sentieri per escursionisti.

Fonte: Massiccio Del Grappa

®Riproduzione riservata



Siamo gli editori di noi stessi
Non percepiamo contributi statali di alcun genere; tutto dipende dalle nostre forze e dal vostro sostegno per cui, se volete, potete sempre dare un contributo per sostenere ValdoTv e il suo staff.

Contributi – https://buy.stripe.com/aEUeWm0kx4vBcyk144

Puoi seguirci anche su:
Telegram – https://t.me/valdotv
Twitter – https://www.twitter.com/valdotv
Facebook – https://www.facebook.com/valdotv
Youtube – https://www.youtube.com/valdotv
Instagram – https://www.instagram.com/valdo_tv
Tumblr – http://valdotv.tumblr.com/
TikTok – https://www.tiktok.com/@valdo_tv

Sofia Facchin

Freelance nell'ambito della comunicazione e content writer, con il pallino della promozione territoriale, collabora con diversi enti, fra cui l'Associazione Musicale "Toti dal Monte" e la formazione musicale "Piccola Orchestra Veneta", di Solighetto (Tv).  Attualmente è  impegnata nello sviluppo del progetto personale "Proprio Dietro Casa", finalizzato alla valorizzazione del Veneto, non solo come meta turistica, ma anche come "luogo dell'anima". Sofia coltiva la passione per i Paleoveneti, dalla cui sapienza antica trae spunti per itinerari e riflessioni sul mondo che la circonda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »