fbpx

Veneto: dichiarato lo stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi

Condividi

Viste le condizioni meteo-climatiche e vegetazionali, la Protezione Civile del Veneto ha dichiarato lo stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi.  

Sotto stretta sorveglianza le zone più a rischio, che sono le province di PadovaRovigoVerona e Vicenza.

Gli incendi sono eventi particolarmente importanti per l’ecosistema forestale in quanto ne alterano l’equilibro ecologico; la loro evoluzione risulta essere diversificata a seconda della composizione del sottobosco, delle diverse essenze forestali presenti e delle caratteristiche morfologiche del luogo.

DIVIETI, NORME E SANZIONI

Fino alla comunicazione di revoca dello stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi, sono vietate tutte le operazioni che possono creare pericolo o possibilità di incendio in aree boscate, cespugliate o arborate, e comunque entro la distanza di cento metri dai medesimi terreni. 

Per le trasgressioni si applicano le sanzioni previste dalla Legge 21 novembre 2000, n. 353 e dalle Prescrizioni di Massima e di Polizia Forestale vigenti.

COMPORTAMENTI NELLO STATO DI GRAVE PERICOLOSITÀ

Adottare comportamenti corretti è fondamentale per ridurre la probabilità di innesco e propagazione di un incendio.

Gli incendi boschivi sono nella quasi totalità dei casi di origine antropica, ossia determinati dalla presenza e dalle attività umane; infatti i fenomeni naturali o di autocombustione sono assai rari.

Per questo è importante essere informati sul livello di pericolo quotidiano e sulla conseguente possibilità di effettuare alcune attività, che possono ledere il patrimonio boschivo e l’incolumità pubblica.

Pertanto, prima di svolgere attività sul territorio come escursioni, pic-nic, attività agricole e altro, è bene consultare al seguente link il Bollettino di pericolo incendi boschivi, predisposto sulla base dei dati meteorologici rilevati giornalmente da Arpav.

Il pericolo di incendio boschivo è suddiviso in 4 livelli crescenti, identificati da un relativo colore, ovvero:
– Pericolo molto alto (colore ROSSO)
– Pericolo alto (colore ARANCIONE)
– Pericolo medio (colore GIALLO)
– Pericolo basso (colore VERDE)

Ci sono attività che, anche se compiute senza intento doloso, possono provocare un incendio. Fonte: Regione Veneto

VADEMECUM per chi vuole approfondire la conoscenza degli incendi boschivi.

NUMERI PER EMERGENZE INCENDI BOSCHIVI

In caso di avvistamento di un incendio boschivo i numeri da contattare sono:

115 Vigili del Fuoco
112 o 1515 Carabinieri Forestali.

PROTEZIONE CIVILE REGIONALE

Di incendi boschivi si occupa la Protezione Civile regionale che, una volta ricevuta una segnalazione da un numero di emergenza o da un cittadino, coordina gli interventi.

La Regione può contare su circa 1.000 volontari di Protezione Civile altamente specializzati nella lotta agli incendi boschivi, che fanno parte di varie organizzazioni di Antincendio Boschivo e sono dotate di mezzi e attrezzature adeguate a questa tipologia di interventi. Con elicottero in pronta partenza e di ulteriori velivoli ad ala mobile attivabili in breve tempo e, oltre al fondamentale apporto dei volontari, può far conto su circa 550 operatori forestali.

®Riproduzione riservata



Siamo gli editori di noi stessi
Non percepiamo contributi statali di alcun genere; tutto dipende dalle nostre forze e dal vostro sostegno per cui, se volete, potete sempre dare un contributo per sostenere ValdoTv e il suo staff.

Contributi – https://buy.stripe.com/aEUeWm0kx4vBcyk144

Puoi seguirci anche su:
Telegram – https://t.me/valdotv
Twitter – https://www.twitter.com/valdotv
Facebook – https://www.facebook.com/valdotv
Youtube – https://www.youtube.com/valdotv
Instagram – https://www.instagram.com/valdo_tv
Tumblr – http://valdotv.tumblr.com/
TikTok – https://www.tiktok.com/@valdo_tv

Sofia Facchin

Freelance nell'ambito della comunicazione e content writer, con il pallino della promozione territoriale, collabora con diversi enti, fra cui l'Associazione Musicale "Toti dal Monte" e la formazione musicale "Piccola Orchestra Veneta", di Solighetto (Tv).  Attualmente è  impegnata nello sviluppo del progetto personale "Proprio Dietro Casa", finalizzato alla valorizzazione del Veneto, non solo come meta turistica, ma anche come "luogo dell'anima". Sofia coltiva la passione per i Paleoveneti, dalla cui sapienza antica trae spunti per itinerari e riflessioni sul mondo che la circonda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »