fbpx

La Giunta Regionale del Veneto approva l’elenco dei siti contaminati e da bonificare stanziando 5,8 milioni di Euro

Condividi

L’Assessore della Regione del Veneto allo sviluppo economico ed energia, Roberto Marcato, annuncia l’approvazione da parte della Giunta regionale, di una delibera contenente l’elenco degli interventi di bonifica di siti contaminati presenti nel territorio regionale del Veneto.

La proposta era stata avanzata dall’assessore Marcato in accordo con l’Assessore all’ambiente Gianpaolo Bottacin con lo scopo di individuare i “siti orfani”, ai sensi del D.M. 269 del 29/12/2020: “Programma nazionale di finanziamento degli interventi di bonifica e ripristino ambientale dei siti orfani”.

“A partire dalle risorse legate alla Legge Speciale per Venezia, abbiano messo in campo un numero crescente di finanziamenti per garantire la restituzione alle rispettive comunità di aree che sono state inquinate da gente senza scrupoli – dichiara l’assessore Marcato – In questo caso grazie ad un accordo con il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, mettiamo a disposizione 5,8 milioni di euro per bonificare importanti aree delle province di Belluno, Rovigo e Venezia, queste ultime ricadenti nel territorio del Bacino Scolante nella Laguna di Venezia”.

Per “sito orfano” si intende, infatti, un sito contaminato il cui ripristino risulta essere, per diverse motivazioni, in onere alla pubblica amministrazione. Nella maggior parte dei casi, il riferimento riguarda i singoli Comuni.

I motivi per cui questi siti fanno capo alle amministrazioni pubbliche, sono vari: il responsabile dell’inquinamento non è stato individuato o non risulta individuabile oppure, se identificato, non provvede agli adempimenti previsti dalla normativa in materia di bonifiche di siti contaminati.

“La pubblica amministrazione – sottolinea l’Assessore Marcato – spesso è tenuta ad intervenire in sostituzione del soggetto inadempiente e nella maggior parte dei casi risulta nell’impossibilità di provvedere a tali adempimenti per una insufficiente disponibilità di risorse finanziarie. Per questo è necessario intervenire a supporto”.

In seguito di una complessa attività di ricognizione delle criticità presenti sul territorio, sono stati individuati i siti con priorità massima di intervento approvati dalla Giunta Regionale

I siti dove saranno realizzati gli interventi sono i seguenti:

  • L’ex discarica in via Luneo a Spinea (VE);
  • l’Isola della Piscina a Sacca Fisola a Venezia;
  • l’area dell’ex Acciaieria in Comune di Loreo (RO);
  • gli interventi in località Sampoi, Comune di Limana (BL);
  • l’area Ex Favorita al Lido di Venezia;
  • l’ex discarica ad Adria (RO);
  • la ex Lendinarese Petroli a Villanova del Ghebbo (RO);
  • il sito ex faesite in località Faè di Longarone (BL).

La progettazione degli interventi sarà avviata grazie alla sottoscrizione di uno specifico Accordo di Programma tra Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica e Regione del Veneto. Lo schema è stato approvato all’interno della stessa delibera. si provvederà, come prossimo passaggio, ad avviare la progettazione ed i lavori relativi agli interventi secondo le risorse assegnate dal DM 269/2020.

®Riproduzione riservata


Siamo gli editori di noi stessi
Non percepiamo contributi statali di alcun genere; tutto dipende dalle nostre forze e dal vostro sostegno per cui, se volete, potete sempre dare un contributo per sostenere ValdoTv e il suo staff.

Contributi – https://buy.stripe.com/aEUeWm0kx4vBcyk144

Puoi seguirci anche su:
Telegram – https://t.me/valdotv
Twitter – https://www.twitter.com/valdotv
Facebook – https://www.facebook.com/valdotv
Youtube – https://www.youtube.com/valdotv
Instagram – https://www.instagram.com/valdo_tv
TikTok – https://www.tiktok.com/@valdo_tv

Sergio Capretta

Presidente e direttore responsabile di Valdo Tv, Organizzazione Giornalistica Europea Giornalista indipendente. European Journalist GNS Association - International News Agency Esperto nel settore dei media online e videomaking. Esperto in editing non lineare, social media, video, Web e programmazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »