fbpx

L’ospedale di Belluno avrà una nuova sala ibrida: partito l’iter

Condividi

E’ partito l’iter per la realizzazione della nuova sala ibrida e della nuova sala di emodinamica dell’ospedale San Martino di Belluno. La Commissione Regionale per gli Investimenti in Tecnologia (CRITE) ha infatti approvato e disposto il finanziamento per  la realizzazione delle sale.

La sala di emodinamica sarà dedicata alle procedure di cardiologia interventistica mentre la sala ibrida sarà destinata in particolare a procedure di chirurgia endovascolare.

La sala ibrida è una sala operatoria con tecnologia di altissimo livello integrata con sistemi di radiologia che permette di operare e allo stesso tempo controllare e guidare attraverso strumenti di imaging le procedure, con più sicurezza per il paziente.

In particolare, la sala ibrida potrà essere utilizzata da tutte le unità operative che usano tecniche chirurgiche avanzate, quindi mininvasive sotto guida radiologica, ma che potrebbero avere necessità di convertire l’intervento in chirurgia open (chirurgia classica) . Questa sala consentirà di completare l’intervento in sicurezza senza spostare il paziente e senza differire l’intervento ad altro momento.

Le sale saranno ricavate ampliando l’attuale gruppo operatorio del San Martino.

Il finanziamento approvato in Crite è di € 2.518.560 per la realizzazione delle struttura in ampliamento dell’attuale gruppo operatorio e comprensivo di impianti. Trova copertura con le risorse del Fondo per il finanziamento degli investimenti degli enti del sistema sanitario regionale. A questo si aggiungeranno le dotazioni tecnologiche.

Dopo l’approvazione della CRITE, l’Ulss Dolomiti ha tempestivamente approvato il bando per l’affidamento dei servizi di progettazione e direzione lavori che sarà ora pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Seguirà a stretto giro l’esame delle offerte e l’aggiudicazione servizi tecnici che avranno il compito di realizzare il progetto di fattibilità.

«Ringrazio la Regione Veneto per questo investimento. Le strutture garantiranno ai nostri assistiti un importante miglioramento  della qualità e della sicurezza degli interventi offerti, attraverso procedure che permettono tempestività di azione e un recupero più rapido. Questo investimento permetterà alle competenze delle équipe chirurgiche, già presenti e che hanno una consolidata esperienza in tecniche avanzate, un ulteriore passo in avanti» commenta il Direttore Generale Maria Grazia Carraro.

®Riproduzione riservata


Vuoi essere un membro attivo di ValdoTv? Visita la nostra pagina per abbonati:

Become a Patron!

Agli abbonati riserviamo contenuti esclusivi e servizi personalizzati a seconda del tipo di abbonamento


Siamo gli editori di noi stessi
Non percepiamo contributi statali di alcun genere; tutto dipende dalle nostre forze e dal vostro sostegno per cui, se volete, potete sempre dare un contributo per sostenere ValdoTv e il suo staff.

Paypal – http://paypal.me/ValdoTv

Puoi seguirci anche su:
Telegram – https://t.me/valdotv
Twitter – https://www.twitter.com/valdotv
Facebook – https://www.facebook.com/valdotv
Youtube – https://www.youtube.com/valdotv
Instagram – https://www.instagram.com/valdo_tv
Tumblr – http://valdotv.tumblr.com/
TikTok – https://www.tiktok.com/@valdo_tv
Pinterest – https://www.pinterest.it/Valdo_Tv
Twitch – https://www.twitch.tv/valdo_tv

Sergio Capretta

Presidente e direttore responsabile di Valdo Tv, Organizzazione Giornalistica Europea Giornalista indipendente. European Journalist GNS Association - International News Agency Esperto nel settore dei media online e videomaking. Esperto in editing non lineare, social media, video, Web e programmazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »