Confessano i due ragazzi che hanno sparato a Manuel Bortuzzo

Manuel Bortuzzo in una foto tratta dal suo profilo Facebook.

#Treviso – Manuel Bortuzzo (nella foto) si è svegliato e si è reso conto di non riuscire a muovere le gambe. “Ha saputo della paralisi ma non ha pianto. Gli ho promesso che tornerà a vivere come una persona normale”, ha detto il padre del ragazzo, Franco Bortuzzo, che ha poi raccontato: “Mi ha detto ‘Non sento più niente’ e gli ho risposto: ‘e certo, con una pallottola nella spina dorsale’”.

Intanto, dopo il ritrovamento della pistola usata per colpire il ragazzo sabato notte a piazza Eschilo a Roma, due ragazzi di 24 e 25 anni, si sono costituiti confessando di aver sparato, ma “per errore”. “Era buio”, avrebbero detto.

“Gli infami che hanno sparato a Manuel Bortuzzo devono marcire in galera: spero vengano individuati con certezza al più presto”, ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Sulla vicenda è intervenuta anche Federica Pellegrini: “La speranza vede l’invisibile tocca l’intangibile e raggiunge l’impossibile…#ForzaManuel“, ha scritto sui social.

#valdotv

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *