fbpx

Inaugurata la mostra “Trevisani nel mondo – una storia a fumetti”

Condividi

Dopo il lancio del concorso rivolto alle studentesse e agli studenti sul tema dell’emigrazione, è stata inaugurata la mostra realizzata dall’AITM, in collaborazione con il Treviso Comic Book Festival, che racconta, attraverso le illustrazioni a fumetti di grandi artisti del panorama contemporaneo della Marca, le storie di tante cittadine e cittadini che sono partiti dalla loro terra natia per costruire un futuro migliore, alla ricerca di nuove opportunità e prospettive.

Un fumetto che racconta i 50 anni dell’Associazione Internazionale “Trevisani nel Mondo” a partire, soprattutto, dalla vita e i viaggi di Don Canuto Toso. Il libro “Trevisani nel mondo – una storia a fumetti” è stato realizzato dall’AITM in occasione dell’anniversario. Scritto dal coneglianese Luca Vanzella, disegnato dal trevigiano Claudio Bandoli e colorato dalla moglianese Alessandra Kerstulovich, col lettering di Elisa Di Virgilio e Matteo Parisi, offre uno spaccato di oltre 100 anni di emigrazione trevigiana e dell’associazione che da sempre ha cercato di mantenere vivo il legame tra chi partiva e chi restava.

“Quando si parla di emigrazione, penso anche alla mia famiglia: mio padre e mio zio, suo fratello, partirono per l’Australia, con la speranza di trovare maggiori sicurezze e occasioni – dichiara Mario Conte, sindaco di Treviso – E come loro, negli ultimi 100 anni sono stati milioni i veneti e i trevigiani emigrati: sono le loro vite ed esperienze le protagoniste di questa straordinaria mostra al Sant’Artemio. Invito, dunque, tutta la comunità a visitare l’esposizione e a scoprire nuovi scorci di vita vissuta da numerosi concittadini e scenari inediti del passato della nostra terra”.

Il fumetto è stato realizzato col sostegno della Regione del Veneto, il patrocinio della Provincia di Treviso e la collaborazione del Treviso Comic Book Festival, che ha anche allestito la mostra in corso nel foyer del Sant’Artemio che sarà visitabile fino al 14 gennaio 2023, dal lunedì al venerdì 8-13.30, il lunedì e il mercoledì fino alle 17.30.

“Abbiamo voluto dare continuità alle iniziative organizzate nell’ambito dei festeggiamenti del nostro 50° anniversario – spiega Franco Conte, presidente dell’Associazione Trevisani nel Mondo – con una mostra che ripercorresse le connotazioni essenziali dell’emigrazione e l’intuizione di un uomo, don Canuto Toso, di fondare l’Associazione per mantenere vivi e saldi i rapporti dei tantissimi trevigiani partiti per l’estero. Abbiamo messo insieme tutti questi elementi nell’opera “Trevisani nel mondo: una storia a fumetti”, di cui la mostra riporta e approfondisce le tavole illustrate, non solo per recuperare la memoria di un passato, nemmeno tanto lontano, che ha interessato il territorio trevigiano, ma anche per avvicinare e sensibilizzare le nuove generazioni al tema dell’emigrazione attraverso i racconti per immagini delle storie di vita di tante famiglie e concittadini. Ringrazio la Regione del Veneto, la Provincia di Treviso, il Comune di Treviso e il Treviso Comic Book Festival per la preziosa e fondamentale collaborazione”.

®Riproduzione riservata


Siamo gli editori di noi stessi
Non percepiamo contributi statali di alcun genere; tutto dipende dalle nostre forze e dal vostro sostegno per cui, se volete, potete sempre dare un contributo per sostenere ValdoTv e il suo staff.

Contributi – https://buy.stripe.com/aEUeWm0kx4vBcyk144

Puoi seguirci anche su:
Telegram – https://t.me/valdotv
Twitter – https://www.twitter.com/valdotv
Facebook – https://www.facebook.com/valdotv
Youtube – https://www.youtube.com/valdotv
Instagram – https://www.instagram.com/valdo_tv
TikTok – https://www.tiktok.com/@valdo_tv

Sergio Capretta

Presidente e direttore responsabile di Valdo Tv, Organizzazione Giornalistica Europea Giornalista indipendente. European Journalist GNS Association - International News Agency Esperto nel settore dei media online e videomaking. Esperto in editing non lineare, social media, video, Web e programmazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »