Treviso, pronto il dopo-Goldin: è Sgarbi

#Treviso – Vittorio Sgarbi è pronto a «riprendere in mano l’attività artistica di Treviso» come successore di Marco Goldin. Intervistato da Maria Chiara Pellizzari su La Tribuna a pagina 8, il critico d’arte spiega di aver preso contatti con il sindaco Mario Conte e di avere in progetto «quattro anni di mostre sull’arte veneta, affrontando un secolo all’anno: dal Seicento, con focus sull’arte barocca, al Novecento. È un’operazione che ho in mente da un po’, da avviare in sinergia con l’amministrazione Conte ma anche con il governatore Luca Zaia, con il supporto di Banca Intesa».

Sgarbi è critico nei confronti della gestione Goldin: «si è comportato da padrone, sia a Treviso che a Vicenza, esautorando i Comuni fino ad annichilirli, facendoli sparire. È chiaro che Goldin è stato molto abile, per la sua attività ha fatto un ottimo affare, ma in questo i Comuni non hanno avuto alcun vantaggio. Se viene offerto un palazzo pubblico per fini di profitto, diventa un’operazione commerciale in cui è giusto che anche il pubblico abbia il suo ritorno, in questo caso la visibilità è andata soprattutto a Goldin. È bene dunque che ci sia più trasparenza”

Fonte: vvox

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *