fbpx

Continua la formazione “L’arte sacra come significato, bellezza e incontro” – Istituto “Beato Toniolo”

Condividi

Continua la formazione online per esperti d’arte, operatori culturali, giovani e persone interessate delle comunità locali sul tema “L’arte sacra come significato, bellezza e incontro”.

Partito il 25 novembre, ottimo debutto per il corso di formazione online dell’Istituto Diocesano “Beato Toniolo. Le vie dei Santi” dedicato all’arte sacra.

Il primo appuntamento ha registrato ben ottanta iscritti e partecipanti, provenienti da varie parti del Veneto, dall’intero Nordest e anche da Milano, che hanno espresso valutazioni molto positive, anche sull’organizzazione stessa del webinar.

IL PRIMO APPUNTAMENTO: “La simbologia liturgico – architettonica di una chiesa”

La formazione La simbologia liturgico -architettonica di una chiesa” ha avuto come relatore don Mirco Miotto, delegato vescovile per l’ufficio liturgia e arte sacra della diocesi vittoriese, anche direttore del Centro di cultura e spiritualità “San Martino di Tours” al Castello di Vittorio Veneto.

Il tema proposto – illuminante, ricco di spunti a livello di significati di fede e di azione pastorale – ha raccolto il favore e apprezzamento di tutti i partecipanti.

Autentica soddisfazione e plauso sono state espresse dal presidente Stefano Zanin e dal direttore scientifico Marco Zabotti: “Dobbiamo dire che i numeri e la qualità degli aderenti al corso, tra i quali diversi giovani, ci hanno letteralmente sorpreso, ma nel contempo confermato sulla bontà della nostra scelta e della nostra scommessa, proprio in questo particolare e difficile momento“, commentano dalla presidenza e direzione scientifica dell’Istituto Diocesano.

Questo dimostra che in molti territori esiste grande interesse per le tematiche dell’arte sacra, della bellezza e della scoperta e valorizzazione del patrimonio storico e culturale delle nostre comunità. Occorre insistere con proposte di qualità e con tenacia, grati a tutti coloro che in questa fase hanno voglia di mettersi in gioco e di creare una grande rete di sensibilità e di competenze, di conoscenza e di promozione della cultura”.

Anche dal punto di vista tecnico il collegamento ha funzionato alla perfezione, grazie all’azione e al coordinamento messo in atto da Maria Teresa Tolotto, Elena Soldan e Alberto Pessa.

Federica Forner e Tiziana Zanon, rispettivamente tesoriere e segretario dell’Istituto Beato Toniolo, hanno curato gli aspetti amministrativi e burocratici.

IL PROGRAMMA dei prossimi incontri, inizio lezioni ore 20.30:

  • Mercoledì 2 dicembre, “Il velo di Veronica. L’are sacra come via della grazia”, con intervento di don Alessio Geretti. È vicario parrocchiale di Tolmezzo e di Illegio, molto conosciuto e stimato per essere la mente e l’organizzatore di mostre di capolavori e di opere d’arte che da anni ormai richiamano migliaia di visitatori proprio nel piccolo paese della Carnia.    
  • Mercoledì 9 dicembre, “La missione evangelizzatrice dell’arte” con relatrice suor Agnese, religiosa delle Missionarie della divina Rivelazione di Roma.  
  • Mercoledì 16 dicembre, il presidente Zanin e il direttore scientifico Zabotti, terranno la conferenza finale su “Arte sacra e turismo religioso. Ruolo e impegno dell’Istituto Diocesano “Beato Toniolo. Le vie dei santi”.  

CHI PUÒ PARTECIPARE alla formazione:

Possono partecipare esperti d’arte, operatori culturali, giovani e persone interessate delle comunità locali.

E’ possibile iscriversi per le tre lezioni ancora in programma, che verranno comunque videoregistrate.

Alla fine del corso verrà rilasciato un attestato di frequenza

COME ISCRIVERSI:

Per i partecipanti, è richiesta l’iscrizione obbligatoria al seguente link  https://forms.gle/j2AS5ccR2r1CqsMH7

Gli iscritti riceveranno nella casella di posta elettronica il link per accedere alle videoconferenze

COSTO:

La quota di partecipazione è di 5 euro, gratuita per gli studenti della scuola secondaria di secondo grado e dell’Università.

Speciale gratitudine per tutti i media locali, ma anche quelli nazionali come il quotidiano Avvenire e l’ufficio CEI, che hanno dato comunicazione, risalto e diffusione all’iniziativa.



Siamo gli editori di noi stessi
Non percepiamo contributi statali di alcun genere; tutto dipende dalle nostre forze e dal vostro sostegno per cui, se volete, potete sempre dare un contributo per sostenere ValdoTv e il suo staff.

Paypal – http://paypal.me/ValdoTv

Puoi seguirci anche su:
Telegram – https://t.me/valdotv
Twitter – https://www.twitter.com/valdotv
Facebook – https://www.facebook.com/valdotv
Youtube – https://www.youtube.com/valdotv
Instagram – https://www.instagram.com/valdo_tv
Tumblr – http://valdotv.tumblr.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »