ESA esamina la caduta dell’inquinamento in Europa

Condividi

Nuovi dati, basati sulle osservazioni del satellite Copernicus Sentinel-5P, stanno mostrando forti riduzioni delle concentrazioni di biossido di azoto in diverse città importanti d’Europa, tra cui Parigi, Madrid e Roma.

Il satellite Copernicus Sentinel-5P ha recentemente mappato l’inquinamento atmosferico in Europa e Cina e ha rivelato un calo significativo delle concentrazioni di biossido di azoto, in coincidenza con le rigorose misure di quarantena; le nuove immagini illustrano chiaramente una forte riduzione delle concentrazioni di biossido di azoto nelle principali città d’Europa, in particolare Milano, Parigi e Madrid.

“Le concentrazioni di biossido di azoto variano di giorno in giorno a causa dei cambiamenti del tempo – spiega Henk Eskes dell’Istituto di meteorologia del Paesi Bassi (KNMI) – Non è possibile trarre conclusioni sulla base di un solo giorno di dati; combinando i dati per un determinato periodo di tempo, 10 giorni in questo caso, iniziamo a vedere l’impatto dei cambiamenti dovuti all’attività umana”.

Il team KNMI, in collaborazione con scienziati di tutto il mondo, ha iniziato a lavorare su un’analisi più dettagliata utilizzando dati del suolo, dati meteorologici e modelli inversi per interpretare le concentrazioni osservate, al fine di stimare l’influenza delle misure di isolamento.

“Per stime quantitative dei cambiamenti nelle emissioni dovuti ai trasporti e all’industria – prosegue Henk Eskes – dobbiamo combinare i dati Tropomi del satellite Copernicus Sentinel-5P con modelli di chimica atmosferica. Questi studi sono iniziati, ma ci vorrà del tempo per completarli. Altri paesi del nord Europa sono attentamente monitorati, inclusi Paesi Bassi e Regno Unito, ma gli scienziati hanno osservato una maggiore variabilità a causa delle mutevoli condizioni meteorologiche. Le nuove misurazioni di questa settimana aiuteranno a valutare i cambiamenti del biossido di azoto nell’Europa nord-occidentale.”

Sulle caratteristiche del satellite, interviene Claus Zehner, responsabile della missione Copernicus Sentinel-5P dell’ESA “Le caratteristiche speciali del satellite Copernicus Sentinel-5P, con la sua elevata risoluzione spaziale e la capacità accurata di osservare i gas in traccia rispetto ad altre missioni satellitari atmosferiche, consentono la generazione di questi misure uniche di concentrazione di biossido di azoto dallo spazio. “

“La cooperazione a lungo termine tra ESA e KNMI si rivela molto preziosa e dimostra l’importanza delle analisi complementari di diverse organizzazioni partner – afferma il direttore dei programmi di osservazione della Terra dell’ESA, Josef Aschbacher – Come possiamo vedere, il satellite Copernicus Sentinel-5P è il miglior satellite equipaggiato per monitorare le concentrazioni di biossido di azoto su scala globale. ”


Se vuoi sostenerci:
Paypal – http://paypal.me/ValdoTv

Se vuoi navigare veloce e sicuro e allo stesso tempo sostenerci, puoi usare uno di questi link:
dal sito – https://brave.com/val568
da Youtube – https://brave.com/val958
da Twitter – https://brave.com/val417

Puoi seguirci anche su:
Telegram – https://t.me/valdotv
Twitter – https://www.twitter.com/valdotv
Facebook – https://www.facebook.com/valdotv
Youtube – https://www.youtube.com/valdotv 
Instagram – https://www.instagram.com/valdo_tv
Tumblr – http://valdotv.tumblr.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *