Il Monte Palòn, tra storia e volontariato

Dicono che è anche attraverso l’esperienza che apprendiamo.

L’esperienza, dettata dalla curiosità (aspetto imprescindibile della natura umana), ci porta in luoghi in cui la nostra mente si lascia suggestionare; ed è proprio grazie a questa suggestione che ci risulta più facile capire ciò che vogliamo approfondire.

Per il monte Palòn è così. Situato nel comune di Possagno (TV) a quota 1306 metri sul livello del mare, il monte Palòn è un rilievo che fa parte del Massiccio del Grappa e che ha svolto un ruolo importante durante la Prima Guerra Mondiale; tanto che ancora oggi sono numerose e ben visibili le tracce e i lasciti di questo conflitto storico.

Di scenari come questi, seppur suggestivi e ricchi di storia, è facile, paradossalmente, dimenticarsi; vuoi perchè presi dalla frenesia quotidiana, vuoi perchè abbiamo l’abitudine, magari durante un viaggio in macchina, di vederli e di dare per scontato che ci siano. – È un pò come la salute: ci ricordiamo di quanto sia importante solo nel momento in cui la perdiamo. – Di una cosa però spesso ci dimentichiamo: di osservarli.

Il Gruppo Alpini di Possagno, in collaborazione con gli Amici degli Alpini e ad altri volontari appartenenti a diversi gruppi e associazioni, cura periodicamente, dal 2003, questo territorio.

Nonostante anche in questo luogo purtroppo siano avvenuti episodi di vandalismo, il lavoro di manutenzione e restauro a opera del gruppo di appassionati (parliamo di più di 25.000 ore di volontariato per il ripristino delle trincee) sta rivalorizzando questo sito storico, al punto da riportarlo all’attenzione di centinaia di turisti, provenienti dall’Italia e dall’estero. Un lavoro oneroso in termini pratici, ma che viene ripagato dall’atmosfera creata dall’incontro tra vecchie e nuove generazioni, accomunate dalla passione per il territorio e dalla voglia di divertirsi assieme in modo sano – nello stile unico degli alpini -.

Puntata della rubrica “Itineriamo” dedicata alle trincee del Monte Palon

Da maggio fino a novembre il gruppo Trincee Monte Palòn organizza visite guidate, anche in notturna, nel “Percorso della Memoria”.

Per chi volesse saperne di più, è possibile visitare la pagina Facebook https://it-it.facebook.com/trinceemontepalon/?ref=page_internal oppure consultare il sito http://www.alpinipossagno.it/

Riscoprire questi luoghi, visitandoli e avendone rispetto, significa non soltanto prendere coscienza di ciò che è avvenuto, ma apprendere anche alcuni valori che rischiano di andare perduti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *