Incontro di sensibilizzazione sui temi del supporto psicologico ai soccorritori

#Pordenone – Presso la Sede del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco, il 28 febbraio, é stato ospitato un incontro sui temi del “Supporto psicologico” rivolto a quella particolare tipologia di lavoratori, come i Vigili del Fuoco, che opera negli scenari critici di un’emergenza, perché istituzionalmente chiamati a prestare soccorso alle persone coinvolte e a ripristinare condizioni ambientali compromesse dall’emergenza stessa.

Molti degli operatori presenti, infatti, ha partecipato e partecipa, non solo, alle attività di soccorso quotidiano, ma anche a eventi di particolare rilevanza come gli ultimi grandi terremoti che hanno drammaticamente colpito il territorio nazionale (L’Aquila 2009, Emilia 2012 e Centro Italia 2016) o la valanga di Rigopiano e il crollo del ponte “Morandi” a Genova, solo per fare alcuni esempi. Situazioni spesso drammatiche che si ripropongono con una certa frequenza e sono anche capaci di lasciare un segno nella loro vita professionale, ma anche in quella privata.

Di fronte a un pubblico attento e numeroso, costituito in prevalenza da operatori dei Vigili del Fuoco, si sono alternati relatori che hanno fatto il punto sull’argomento e analizzato casi studio.

Dopo l’apertura del Comandante provinciale, Doriano Minisini, Stefano Zanut ha proposto una breve relazione introduttiva per inquadrare il tema e quindi svolto le funzioni di moderatore dell’incontro, seguito da Roberto de Filippo, psicologo e già capo squadra dei Vigili del Fuoco, che ha descritto questo aspetto del lavoro del soccorritore attraverso studi condotti in Italia e altri paesi, ma anche da lui stesso con indagini mirate nell’ambito del Corpo Nazionale Vigili del Fuoco.

Antonio Loperfido e Margherita Gobbi, psicologi del Dipartimento di Salute Mentale dell’A.A.S. n. 5 “Friuli Occidentale”, si sono soffermati sulle potenzialità del dialogo tra pari, mentre Roberto Bidinost, del Comando VF di Pordenone, ha concluso gli interventi raccontando l’esperienza di un percorso nell’ambito del disciplinare sottoscritto tra il Comando provinciale VVF di Pordenone e l’A.A.S. n. 5. La relazione di Bidinost, in particolare, ha evidenziato la forza e le potenzialità del lavoro di squadra nel soccorso, considerando anche il possibile ruolo positivo dei colleghi, i cosiddetti “pari”, in tali circostanze.

Gli interventi sono stati quindi seguiti da un’intensa e partecipata discussione con il pubblico che ha condiviso esperienze quasi quotidiane sull’argomento, evidenziando così le potenzialità, e quindi anche la necessità, di porre maggior attenzione a questi aspetti.

L’incontro chiude un ciclo di iniziative che ha coinvolto anche gli altri Comando VVF della regione in un percorso di sensibilizzazione sul tema coordinato proprio dal personale dei Vigili del Fuoco della destra Tagliamento.

fonte: http://www.vigilfuoco.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *