LeviAlumni a Feltre

#Montebelluna – Il 2019 inizia con una novità per Levi Alumni: il Consorzio Sviluppo e Innovazione di Belluno e l’assessorato alle Politiche giovanili di Feltre hanno invitato i responsabili dell’associazione montebellunese a partecipare come relatori ad un incontro sulle buone prassi in materia di politiche giovanili nei territori limitrofi al feltrino, che si terrà giovedì 7 febbraio alle ore 17.30 al centro Unisono in piazza Vittorio Emanuele II a Feltre. Insieme con Ermes Pozzobon, presidente di Levi Alumni, interverrà Riccardo Loss, presidente della cooperativa Smart di Rovereto che gestisce lo spazio giovani Smart Lab, noto come best practice a livello nazionale. All’incontro, che sarà introdotto dall’assessora alle politiche giovanili di Feltre, Debora Nicoletto, e moderato dall’esperta di politiche giovanili Irene Grazzi, gli ex-studenti del Levi porteranno la loro esperienza di associazione di giovani e il percorso che li ha portati a creare e sviluppare il festival CombinAzioni, che quest’anno vedrà la quinta edizione.

Quest’appuntamento si inserisce in un percorso di formazione in sei tappe – denominato “Lavorare con i giovani. Tavoli di discussione itineranti per una visione multidimensionale del mondo giovanile e delle politiche che lo coinvolgono” – incentrato sulle politiche giovanili, che la città di Feltre e il consorzio bellunese, nell’ambito del progetto Ri-Generazioni e del Piano di intervento regionale in materia di politiche giovanili, hanno pensato per amministratori locali, insegnanti e adulti che operano all’interno di contesti di aggregazione giovanile. Gli obiettivi su cui pone le basi il percorso sono funzionali alla focalizzazione del ruolo delle politiche giovanili nel contesto territoriale feltrino e alla connessione, sviluppo e integrazione all’interno delle politiche pubbliche.

Quella di giovedì sarà quindi un’ottima occasione di condivisione e confronto, che Levi Alumni si augura possa rappresentare anche un momento di crescita e di creazione di nuove sinergie. Insomma – per riprendere il nome del festival – una bella combinAzione con i vicini di casa di Feltre e Rovereto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *