Appuntamento con Massimo Bubola

Presentazione/concerto del libro “Ballata senza Nome”

Nell’ambito delle celebrazioni del Centenario della Grande Guerra, la biblioteca comunale e Il Gruppo A.N.A. di Cison di Valmarino presentano un significativo appuntamento sabato 24 novembre alle 20.30 in teatro La Loggia a Cison di Valmarino con MASSIMO BUBOLA per la presentazione/concerto del suo libro BALLATA SENZA NOME
A cento anni dalla battaglia di Caporetto Massimo Bubola, nel volume BALLATA SENZA NOME fonde le sue doti di musicista e una particolare sensibilità linguistica per far parlare i soldati morti in un importante evento storico.

Nella basilica di Aquileia, il 28 ottobre 1921, c’è una donna che cammina tra undici bare allineate. È Maria Bergamas, la donna scelta in rappresentanza di tutte le madri italiane che hanno perso il figlio durante la Prima Guerra Mondiale. Maria deve scegliere, tra gli undici feretri, quello che verrà tumulato a Roma e che diventerà simbolo di tutti i soldati caduti, nel monumento al Milite Ignoto.
La donna passa davanti a ogni bara, le sfiora con la mano, ognuna di loro ha una storia da raccontare. Sono giovani, strappati alle madri e ai figli, ai loro amori, alla vita.
Attraverso le voci di questi soldati Bubola ci porta a rivivere in una trance empatica i momenti cruciali dei protagonisti, a riscoprire un’Italia scomparsa.

Massimo Bubola, nome di culto della musica d’autore italiana, poeta, musicista, scrittore, ha al suo attivo venti album che tracciano un percorso unico nella letteratura musicale del nostro Paese. Con Fabrizio De André, scrive e compone due storici album “Rimini” e “L’Indiano”, contenenti brani come Don Raffaè, e firmerà altre grandi canzoni popolari come Il cielo d’Irlanda. Nel 2006 ha pubblicato una raccolta di poesie dal titolo Neve sugli aranci, e nel 2009 il suo primo romanzo, Rapsodia delle terre basse. Negli ultimi anni si è dedicato alla riscoperta del patrimonio artistico, musicale e storico legato alle vicende della Prima guerra mondiale in Italia. Da questo lavoro hanno avuto origine due album: Nel 2005 Quel lungo treno e nel 2014 Il Testamento del Capitano, seguito dall’album antologico Da Caporetto al Piave e da questo libro Ballata Senza Nome.
Introduzione a cura di Nicola De Cilia critico letterario e insegnante.
Collaboratore storico delle riviste “Lo straniero” e “Gli asini”, è autore di un libro inchiesta, Pedagogia della palla ovale (edizioni dell’asino, Roma 2015). Ha curato i libri di Nico Naldini, Alfabeto degli amici (L’ancora del mediterraneo, Napoli 2004) e Come non ci si difende dai ricordi (Cargo, Napoli 2005). Nel 2017 ha pubblicato il romanzo Uno scandalo bianco (Rubbettino 2016). Inizio modulo
Ingresso libero, info: biblioteca@comune.cisondivalmarino.tv.it
Tel. 0438/977615 – 0438/977601null

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *